SEARCH

CALENDARIO

ottobre: 2018
L M M G V S D
« mar    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  

Pagine

NEWS LETTER

Iscriviti per avere info di nuove ricette

Torta di rose salata

lunedì ott 21, 2013

 

QUI SOTTO TROVATE IL PROCEDIMENTO PER REALIZZARE QUALSIASI TIPO DI IMPASTO LIEVITANTE CHE SIA PIZZA, O TORTA SALATA O PANE, GNOCCO FRITTO O PANZEROTTI.

Ingredienti:

500 grammi di farina “manitoba”  o per pizza

sale

½ bicchiere olio di oliva

25 grammi di lievito

una tazzina da caffè di latte

1 cucchiaio di zucchero

acqua  qb

Procedimento

Scaldare leggermente il latte, aggiungere lo zucchero e il lievito, quindi mescolare bene con un cucchiaio per sciogliere il tutto, aggiungere 100 grammi di farina e lasciare lievitare. (si è ottenuto il lievitino)

A parte impastare il resto della farina con sale, olio di oliva e acqua, aggiungere poi il lievitino (l’impasto ottenuto con il lievito e la farina, zucchero e latte), e con un cucchiaio di legno o in un mixer con la facoltà di impasto mescolare bene tutto ottenendo una pasta molle ed elastica aggiungendo dell’acqua qb.

Spolverizzando con dell’altra farina formare una palla e lasciare riposare per un’altra mezz’ora. (anche in forno preriscaldato e spento a 50°)

Poi  stendere con il mattarello o con le mani sempre usando farina per non appiccicare la pasta ad esse.

Per realizzare la torta di rose salata ho steso la pasta formando un rettangolo, ho posto su di essa del prosciutto e del formaggio (più abbondante e più ricco sarà il gusto).

Ho arrotolato la pasta creando un rotolo e quindi tagliato dei cilindretti ad una distanza di circa 5 cm.

Ho preso questi cilindretti e li ho adagiati in una teglia oliata, ho spennellato con uovo sbattuto e versato dei semi di girasole.

Ho lasciato lievitare un’altra mezz’ora prima di cuocere in forno riscaldato e spento a 50°.
La cottura è di circa 20 – 25  minuti a 180°.

Ho imparato a non usare tutto l’impasto  quando realizzo la ricetta base per pizza o pane, conservandone una parte in un sacchetto di plastica per alimenti chiuso in frigorifero.

Se nel giro di qualche giorno voglio realizzare altre ricette, aggiungo dell’altra farina, dell’olio e sale, acqua qb, rifaccio lievitare e il mio panetto non ha bisogno di altro lievito, anzi direi che ha una migliore lievitazione e duttilità.

 

 






Inserisci il tuo commento

Commenti