Risotto con Salva Cremasco

Conoscevo questo formaggio, l’avevo assaggiato in un ristorante della zona, ma non avevo ancora avuto l’occasione di usarlo per alcune ricette, come prima ho fatto un risotto.

 
Ingredienti per 5 persone:
4 bicchieri di riso a scelta (io ho usato vialone nano)
1 bicchiere di vino bianco secco
2 cucchiai di burro
1 cipollotto fresco
1 litro di brodo ( vegetale o di carne)
Formaggio Salva Cremasco abbondanti scaglie
sale e pepe

Preparazione:
rosolare il cipollotto nel burro, versare il riso e tostare fino a quando il riso “canta” , sfumare con il vino bianco, poi procedere all’aggiunta del brodo fino a quando sarà cotto. Aggiustare di sale e pepe, e impiattare la porzione di riso.
Con l’apposito strumento tagliare il formaggio Salva Cremasco le scaglie e coprire il riso.

                    

Perchè Salva? Perchè è il formaggio che permetteva di conservare il latte prodotto in esubero. E’ un formaggio gustoso e prelibato con sapore forte di latte, conosciuto in tutte le manifestazioni del settore. Caratteristico e tipico del cremasco “dasalvaguardare”.


Mio figlio stamattina mi ha detto: “ mamma, ma questo formaggio è buonissimo, non riesco ad aprire il frigorifero senza assaggiarne qualche scheggia”.

 



Tags:

  • Digg
  • Del.icio.us
  • StumbleUpon
  • Reddit
  • RSS
  • E-Mail

Leave a Reply